Incontri Piccanti richiesti dalla Schiava Olga

Incontri Piccanti richiesti dalla Schiava Olga

Cerchi una mistress o una schiava per incontri BDSM?

ISCRIVITI GRATIS!

IL PIACERE DELLA SOTTOMISSIONE

Ciao, sono Olga, ho 27 anni e devo il mio nome al fatto che i miei sono una coppia interracial: il mio papà è un uomo d’affari Ucraino e mia madre è un’elegantissima donna camerunense. Come potete immaginare, sono venuta fuori mulatta e per molti anni ho vissuto in sudamerica, perché lì si erano trasferiti i miei genitori per il lavoro del babbo.
Nella mia famiglia, la donna è sempre stata un po’ sottomessa, sia per la cultura ex sovietica di papà, sia per le tradizioni africane di mia madre. Sarà per questo che, anche in fatto di sesso, mi è sempre piaciuto essere servizievole ed un po’ succube verso il mio uomo. Insomma, sono la classica fanciulla che, nella vita come a letto, asseconda l’uomo in tutto, perché la sua felicità ed il suo godimento mi hanno sempre assicurato stabilità e sicurezza.
E’ un piacere sottile quello della sottomissione. Molte donne inorridiranno leggendo queste mie parole, ma è un brivido costante lunga la schiena la sensazione che mi dà il sentirmi posseduta ed usata da un uomo cazzuto e autoritario, capace di piegare il mio corpo e la mia mente alle sue voglie più porche e perverse.
Mi piace farmi dominare a letto, sentirmi afferrare con decisione, farmi stringere e costringere a muovermi furiosamente su quella bella nerchia rigida che tanto mi sta facendo godere.
Mi sono sempre trovata a mio agio, ad esempio, nell’inginocchiarmi davanti al mio uomo, per aprirgli meglio la patta dei pantaloni, tirargli fuori il cazzo ed iniziare a compiacerlo ed adorarlo. Non c’è niente di meglio, per una schiavetta come me, che iniziare una scopata facendomi tappare la bocca da un bel cazzo tosto, che prima assaporo con le labbra e con la lingua, e poi mi prendo tutto fino in gola, in un meraviglioso deeptrhoat con lui che mi spinge la testa per arrivare sempre più a fondo.
Ma adesso voglio di più. Ho avuto per qualche a tempo a disposizione il pisello di un uomo alfa molto bello e virile, poi lui ha dovuto andare via per lavoro, ha cambiato continente e ha lasciato la mia fighetta piena di rimpianti, per quelli che mi hanno sfondato dopo non erano dello stesso calibro né mi hanno mai sopraffatta come faceva lui.

RENDIMI LA TUA SCHIAVA COSI’

Lui era perfetto. Quando arrivava a casa mia avevo a mala pena il tempo di salutarlo che mi sfilava quello che avevo addosso, mi girava e mi appoggiava al tavolo del salotto iniziando a sculacciarmi, perché ero stata una bimba cattiva tutto il giorno a farmi guardare il culo dagli altri.
Quando avevo le chiappe arrossate al punto giusto si sedeva sulla poltrona ed io dovevo togliergli le scarpe ed i vestiti. Raramente mi ha concesso di succhiargli a lungo quel bel pisello che portava con sé, preferiva iniziare quasi subito a fottermi duramente a pecorina davanti allo specchio.
Poi si sfilava la cintura ed iniziava a frustarmi, sulle cosce, sulla schiena e sulle tette sempre standomi dietro continuando a stantuffarmi come solo lui sapeva fare.
Il meglio doveva ancora venire però, ed io lo sapevo e lo pregustavo. Mentre mi scopava, mi metteva sempre due dita dentro al culo, aveva mani grandi e le sue dita mi aprivano il buchetto da paura.
Il meglio doveva ancora venire però, ed io lo sapevo e lo pregustavo. Mentre mi scopava, sentivo le sue dita dentro al buco del culo che me lo aprivano fino a quando non decideva di piantarmici dentro l’uccello.
Ero sua, totalmente sua: dopo avermi inculato ben bene mi faceva inginocchiare e mi scopava la bocca, mi a soffocarmi con la sua sborra calda schizzata direttamente sull’ugola.
Se te la senti di fare altrettanto … scrivimi.
Un Bacio, Olga.

Cerchi una mistress o una schiava per incontri BDSM?

ISCRIVITI GRATIS!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.